Direttore

Angelo d’Orsi

È professore ordinario di Storia del pensiero politico all’Università di Torino.
Ha fondato nel 2000 «Historia Magistra» Associazione per il Diritto alla Storia e, nel 2009, la rivista omonima.
Fondatore nel 2005 di “FestivalStoria”, e nel 2009, delle “Settimane della Politica”, creatore della Fondazione L. Salvatorelli (2002), membro della Commissione per l’Edizione Nazionale degli Scritti di A. Gramsci e di quella delle Opere di A. Labriola, ha recentemente ideato e dirige «Gramsciana. Rivista internazionale di Studi su Antonio Gramsci» (Stem-Mucchi di Modena).
Collabora a varie testate giornalistiche.
Tra le sue ultime pubblicazioni: 1989. Del come la storia è cambiata, ma in peggio (Ponte alle Grazie, 2009); Intellettuali. Preistoria, storia e destino di una categoria (cura, con F. Chiarotto), Aragno, 2010); L’Italia delle idee. Il pensiero politico in un secolo e mezzo di storia (Bruno Mondadori, 2011); Il nostro Gramsci. Antonio Gramsci a colloquio con i protagonisti della storia d’Italia (cura, Viella, 2011); Alfabeto Brasileiro. 26 parole per riflettere sulla nostra e l’altrui civiltà (con un fotoreportage di Eloisa d’Orsi, Ediesse, 2013); Gramsciana. Saggi su Antonio Gramsci (Mucchi, 2014; nuova ed. riv. e agg. ivi, 2015); Inchiesta su Gramsci. Quaderni scomparsi, abiure, conversioni, tradimenti: leggende o verità? (Accademia University Press, 2014); Gramsci. Una nuova biografia (Feltrinelli, 2017); 1917. L’anno della rivoluzione (Laterza, 2016).

Consiglio di Direzione

Pietro Adamo

Professore di Storia moderna all’Università di Torino. È autore di: La libertà dei santi. Fallibilismo e tolleranza nella rivoluzione (Franco Angeli, 1997); La città e gli idoli. Politica e religione in Inghilterra (Unicopli, 1999); Il porno di massa. Percorsi dell’hard contemporaneo (Cortina, 2004); Quale Dio per la sinistra? Note su democrazia e violenza (con G. Giorello, Unicopli, 2006).

Giorgio Barberis

È professore associato di Storia del Pensiero Politico Contemporaneo e presidente del Corso di Laurea di Scienze politiche, economiche, sociali e dell’amministrazione presso l’Università del Piemonte Orientale.
È autore dei volumi Il Regno della libertà. Diritto, politica e storia nel pensiero di Alexandre Kojève (Liguori, 2003), Sulla fine della politica (Guerini e Associati, 2005, con Marco Revelli), Louis de Bonald. Ordre et pouvoir entre subversion et providence (Paris – Perpignan, 2016) e di numerosi saggi nell’ambito della storia e della filosofia politica contemporanee.

Gian Mario Bravo

Professore Emerito dell’Università di Torino, dopo essere stato ordinario di Storia del Pensiero politico nella Facoltà di Scienze Politiche, di cui è stato preside a più riprese tra il 1979 e il 1998. Presiede il Comitato Scientifico della Fondazione Luigi Firpo ed è Presidente onorario dell’Associazione degli Storici delle Dottrine Politiche (AISDP). Si è occupato principalmente di socialismo tedesco e dei movimenti sociali italiani dei secoli XIX e XX, del pensiero anarchico, dei movimenti radicali-estremisti di destra e di sinistra, del pensiero liberale del secolo XIX. Ha diretto con Silvia Rota Ghibaudi Il pensiero politico contemporaneo (Franco Angeli, 3 voll., 1985-97). Il suo ultimo volume è Socialismo e marxismo in Italia. Dalle origini a Labriola (Viella, 2007).

Silvia Giorcelli

Docente di Storia romana e di Epigrafia latina all’Università di Torino. Studia i processi di acculturazione romano-indigena nell’età dell’imperialismo; pubblica edizioni critiche di iscrizioni latine; è interessata al fenomeno della recezione delle antichità classiche nella storiografia italiana ed europea dal Rinascimento al XIX secolo. È stata Presidente del Comitato Pari Opportunità dell’Ateneo di Torino, ora Comitato unico di Garanzia per le Pari Opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavoro e contro le discriminazioni dal 2008 al 2017. Tra le sue ultime pubblicazioni: L’auctoritas degli antichi: Hannah Arendt tra Grecia e Roma (Le Monnier, 2010); Torino «capitale degli studi seri». Carteggio Theodor Mommsen – Carlo Promis (Celid, 2014).

Fabrizio Loreto

Ricercatore di Storia contemporanea presso l’Università di Torino. Membro del Direttivo della Società Italiana di Storia del Lavoro (Sislav). Ha pubblicato, tra gli altri, i seguenti volumi presso Ediesse: L’”anima bella” del sindacato. Storia della sinistra sindacale (1960-1980) (2005); L’unità sindacale (1968-1972). Culture organizzative e rivendicative a confronto (2009); Sindacalismi, sindacalismo. La rappresentanza del lavoro nell’Italia del primo Novecento: culture, figure, politiche (1900-1914) (2015), Il sindacato nella città ferita. Storia della Camera del Lavoro di Genova negli anni Sessanta e Settanta (2016). Interessi di ricerca: storia del movimento operaio e sindacale.

Giuseppe Sergi

Professore Emerito dell’Università di Torino, dopo essere stato ordinario di Storia del Pensiero politico nella Facoltà di Scienze Politiche, di cui è stato preside a più riprese tra il 1979 e il 1998. Presiede il Comitato Scientifico della Fondazione Luigi Firpo ed è Presidente onorario dell’Associazione degli Storici delle Dottrine Politiche (AISDP). Si è occupato principalmente di socialismo tedesco e dei movimenti sociali italiani dei secoli XIX e XX, del pensiero anarchico, dei movimenti radicali-estremisti di destra e di sinistra, del pensiero liberale del secolo XIX. Ha diretto con Silvia Rota Ghibaudi Il pensiero politico contemporaneo (Franco Angeli, 3 voll., 1985-97). Ha pubblicato Socialismo e marxismo in Italia. Dalle origini a Labriola (Viella, 2007). Ha presentato in nuove edizioni ampliate e riviste nel 2014 la Storia del socialismo. Il pensiero socialista prima di Marx (Editori Riuniti) e Marx e la Prima Internazionale (Pantarei).